Negli ultimi anni, abbiamo visto spopolare i calendari dell’Avvento: casette in legno, bustine da riempire, scatole già pronte con dolcetti al cioccolato oppure con giocattolini e tanto altro.

Lo scorso anno mi è venuto in mente di fare il calendario dell’avvento il 30 Novembre. Sera. Mi sono messa online e ho trovato tante idee e risorse, calendari fai da te da stampare bellissimi. Ma la mia stampante era rotta. Allora ho preso i calzini che ormai al Nano andavano piccoli, li ho attaccati con delle mollette ad un filo appeso in cucina e ho riempito i primi sacchetti con quello che avevo in casa (frutta secca, frutta fresca, ecc). Gli altri li ho riempiti nei giorni successivi.

Da quell’esperienza nasce l’idea di un calendario dell’Avvento fai da te, ecosostenibile, economico e veloce da realizzare.
Io e Lucy (su Instagram @labalenavolante) abbiamo raccolto per voi alcuni spunti per creare il calendario, e una lista di ciò che potete metterci dentro. Il calendario è pensato per i più piccolini (2-4 anni), ma quà e là abbiamo inserito spunti per i più grandicelli.

Condividete con noi i vostri calendari taggandoci nelle vostre foto e usando l’hashtag #avventozerowaste!

Per gli adulti, consigliamo invece il calendario dell’Avvento che abbiamo preparato con la Rete Zero Waste: si tratta di 24 azioni, ovviamente in tema zero waste, che vi accompagneranno nell’attesa del Natale.

Potete scegliere di seguire l’ordine che abbiamo scelto per voi oppure di cambiarlo, ma anche di usare i calendari solo come spunto per avvicinarvi con gioia alla festa di Natale: nei nostri calendari c’è piena libertà!