World Vegan Day: 10 ricette per celebrare l’autunno

2018-11-07T15:11:29+00:00novembre 1, 2018 |

Come forse avete già  letto in un articolo qualche tempo fa, la lettura di un libro mi ha spinto a cambiare regime alimentare e a passare a una dieta a base vegetale. Per celebrare il World Vegan Day, la Giornata Mondiale Vegan, vi propongo 10 ricette: facili, a base vegetale e per la maggior parte degli ingredienti, zero waste.

Perchè non ne provate un paio durante questo fine settimana di festa?

Ricette

Ingredienti: una zucca piccola (tipo hokkaido), 150-g di lenticchie rosse decorticate, una cipolla (meglio se rossa), due carote, olio, sale. Opzionali (a gusto): curry o curcuma, latte di cocco

Procedimento: fate un veloce soffritto di cipolla rossa, aggiungete poi le carote tagliate a pezzettini piccoli e la zucca (già cotta*), un pizzico di sale e un litro d’acqua. Dopo un paio di minuti, aggiungete le lenticchie e eventualmente le spezie. Cuocete a fuoco medio per 15 minuti o a cottura ultimata. Potete servirla così, frullata o con aggiunta di pasta, riso o cous cous.

*Potete cuocere la zucca in pentola a pressione (già tagliata e privata dei semi, 3-4 minuti dal fischio) o intera al forno (sì, si può fare! senza togliere la buccia per circa 40 minuti a 180°, una volta cotta potete tagliarla a metà e privarla dei semi. Riducetela poi a tocchetti). 

Ingredienti

  • Per la pasta brisè: 300 g di farina di tipo 1 o 2, un pizzico di sale e bicarbonato, 80 g di olio extravergine d’oliva, 100/120 g circa di acqua (da aggiungere poco alla volta), 2 cucchiai aceto mele
  • Per la farcitura: mezza verza grande o una piccola, 4 patate di media grandezza, una cipolla, un pizzico di sale e pepe, olio.

Procedimento

Mescolate tutti gli ingredienti per la pasta brisé e lasciarla riposare in un recipiente di vetro. Nel frattempo, sbucciate le patate tagliatele a cubetti piccoli e cucinatele in una padella antiaderente con un po’ di olio e acqua. A cottura ultimata, trasferitele in un piatto e (se volete) utilizzate la stessa padella per cucinare la verza, che avrete lavato e tagliato a listarelle. Rosolate la cipolla in un po’ d’olio, poi aggiungete la verza, e un po’ di acqua, fate cuocere a fuoco basso per una mezz’oretta. A cottura ultimata, aggiungete le patate e mescolate il tutto, aggiungendo un pizzico di pepe.

Stendete la pasta brisè e farcitela con il ripieno di patate e verza. Infornate per 40-50 minuti a 180°.

La pasta brisè è una ricetta di Marco Bianchi. Se non lo conoscete ancora, ecco il link al suo sito!

Ingredienti: un chilo di cipolle rosse, 80g di zucchero di canna, 250 ml di acqua, mezzo chilo di pane.

Procedimento: sbucciate le cipolle, tagliatele finemente e ponetele in una pentola capiente. Unite lo zucchero, l’acqua e lasciate cuocere per circa un’ora. Lasciate poi freddare le cipolle, tagliate il pane a fette e tostatelo (in forno o nel tostapane), adagiate le fettine di cipolla sul pane e servite.

Se avete tempo e modo, potete fare il pane in casa anzichè acquistarlo (dal panettiere, nel vostro sacchetto di cotone, o nella carta): la ricetta la trovate qui.

Your Content Goes Here

Ingredienti

  • Per il ripieno: una scarola, mezza verza di grandi dimensioni, olive nere taggiasche e uvetta a piacere (io ne uso quasi un bicchiere di entrambi).
  • Per la pasta brisè: trovate la ricetta nella descrizione del tortino di verza e patate.

Procedimento

Mettete a bagno l’uvetta e procedete al preparare la pasta brisè come descritto sopra (ricetta della torta di verza e patate). Lavate la verdura, pulitela e cuocete la verza in padella con un filo d’olio e acqua. Fate bollire la scarola. A cottura ultimata, mescolate in una ciotola capiente le verdure, le olive nere e le uvette. Stendete la pasta brisè, farcitela e mettete tutto in forno per 40-50 minuti a 180°

Ingredienti (per 4 persone): 350 g di pasta (meglio se mista), 250-300 g di legumi (lenticchie fagioli, ceci già messi a bagno), olio, sale, cipolla. Opzionali: salsa di pomodoro, tre carote.

Procedimento: versate i legumi in abbondante acqua salata (aggiungendo della salsa di pomodoro, se vi piace, e le tre carote tagliate a rondelle se state preparando la pasta e lenticchie) e portate a cottura. Una volta terminata la cottura, aggiungete la pasta e continuate a cuocere finchè la pasta non è pronta.

Ne abbiamo parlato un paio di settimane fa qui.

Potete condirli con un sugo di pomodoro semplice o con broccoli e pomodorini.

Ingredienti: mezzo chilo di pane, 200-300 g di hummus.

Procedimento: Tagliate a fette il pane (potete trovare la ricetta qui), tostatelo e spalmatevi sopra l’hummus (la ricetta la trovate qui). A piacere, potete aggiungere sopra ogni crostino pomodorini tagliati a metà, o verdure grigliate (peperoni, melanzane o zucchine).

Ingredienti: un kg di patate, 300 g di pomodorini, due cipolle rosse grandi, olio, un pizzico di sale e un rametto di rosmarino.

Procedimento: lavate bene le patate e (se bio) pulitele con una spugna senza togliere la buccia. Lavate i pomodorini e sbucciate le cipolle. Tagliatele le patate a spicchi, i pomodorini a metà e le cipolle a fettine. Versate il tutto su una teglia da forno e condite con olio, rosmarino e un pizzico di sale. Mettete tutto in forno e cuocete per circa 40 minuti a 180°.

Ingredienti (per 4 persone): un bicchiere e mezzo di riso (circa 300 g), una manciata di castagne (circa 200 g) olio, una cipolla tagliata a pezzetti piccoli, olio, sale e brodo vegetale.

Procedimento: fate bollire le castagne in abbondante acqua per circa 30 minuti, sbucciatele e tritatele. Fate soffriggere la cipolla nell’olio, unite il riso e fatelo rosolare. Aggiungete il brodo e portate a cottura come per un normale risotto. Spegnete il riso al dente e servite, decorando il piatto con delle castagne spezzettate grossolanamente.

Come ridurre i rifiuti per gli ingredienti di queste ricette?

Usando i vostri sacchetti (per le verdure), contenitori (per le spezie e le farine) o bottiglie (per l’olio). Se non trovate alcuni degli ingredienti sfusi, preferite confezioni grandi (come per la farina, che potete trovare in sacchetti da 5kg), in carta (sale) o alluminio (olio).

Leave A Comment