Dolci e pane fatti in casa, senza rifiuti

2018-03-31T17:05:37+00:00settembre 25, 2017 |

L’alternativa alle bustine di lievito?

Mi è sempre piaciuto sperimentare, impastare, infornare e poi…assaggiare, soprattutto in compagnia!

Almeno una volta alla settimana dal nostro forno esce un dolce e una pagnotta. Raramente compriamo biscotti o torte, così come il pane. Ho sempre preferito farli in casa, anche quando lavoravo molto. È un momento rilassante, che mi aiuta a ritrovare la concentrazione quando sono stanca. Scelgo ricette veloci, con pochi ingredienti…al massimo aggiungo del cioccolato oppure della frutta (fresca o secca).

Quando ho iniziato la lista delle alternative senza rifiuti, il lievito di birra e il lievito per dolci sono stati fra i primi ad essere inseriti. Farina e zucchero si possono facilmente trovare in confezioni di carta, anche nei supermercati.

Esistono diverse ricette per fare i lieviti in casa, ma cercavo qualcosa di facile e veloce: essere casalinga è solo temporaneo, e quando tornerò a lavorare (e a viaggiare) i tempi saranno molto più stretti.

L’alternativa più naturale al lievito di birra è lievito (o pasta) madre. Si tratta di un tipo di lievito che si prepara a partire da farina e acqua, che ha bisogno di essere “nutrito” a intervalli di tempo regolari. Da’ risultati ottimi per pane e pizza, ma non credo di avere la costanza per coltivarlo. Ho anche provato il lievito per dolci fatto in casa (succo di un limone mischiato a un cucchiaino di bicarbonato) e ha funzionato, ma non sempre.

Compra sfuso!

La scelta più zero waste sarebbe comprare i prodotti sfusi (esistono negozi dedicati, ne parlerò in un altro post). Purtroppo dove viviamo non esistono negozi che vendono prodotti sfusi, o meglio, ce ne sono due che hanno qualcosa, ma sono dall’altra parte della città e nessuno dei due vende farina (anche di questo parlerò in un altro post).

E allora come faccio a fare dolci e pane senza produrre rifiuti? Alla fine ho trovato la soluzione più semplice, e che meglio si adatta al nostro stile di vita: compro gli ingredienti in panetteria. La prima volta mi sono fermata in una panetteria-pasticceria qualsiasi e ho chiesto. Ero lontana da casa ma con un barattolino di vetro e una bustina di carta in borsa. Per meno di un euro ho avuto sia il lievito per dolci che il lievito di birra.

Adesso, vado da una panetteria vicino casa, da cui posso prendere lievito, farina e zucchero (che però usiamo raramente, visto che di solito per dolcificare usiamo il miele).

Quando ho molto tempo sperimento (abbiamo fatto il pane carasau e guttiau, le friselle….) ma di solito faccio un pane superveloce: 5 minuti di lavorazione, un paio d’ore di lievitazione e mezz’ora di cottura. Non sono un ‘esperta panificatrice, ma se volete provare potete trovare la ricetta a questo link.

Buon impasto a tutti!

lievito in polvere e di birra sfusi